Benvenuti

La nostra storia

Partiamo dal lontano 1938 dove l'Ing. Guidi e i Sigg. Croci e Saibene, i proprietari dell'azienda MICROMOTOR (forse la prima in Italia), che produceva motorini per modellismo iniziarono a diffondere, in zona, il virus dell'aeromodellismo.

Dovettero, però, passare ben dieci anni, cioè nel lontano 1948, quando i Sigg. Franco Gallazzi, Carlo Ottolini e Lanfranco Pozzi, nei locali dell'oratorio di S. Edoardo, organizzarono il primo corso di Aeromodellismo.

Arriviamo al 1960 quando, sempre più presi dalla loro passione, i Sigg. Gallazzi, Ottolini e Pozzi decisero di creare un'Associazione Sportiva di Aeromodellismo denominandola "G.A.B.  Gruppo Aeromodellisti Bustesi"  con a capo, e riteniamo sia stato il primo presidente, il Sig. Carlo Rabolini che si impegnò fattivamente per divulgare l'Aeromodellismo in tutta la zona malgrado le grandi  difficoltà del periodo, ma la passione e la voglia di veder volare un piccolo aeroplano autocostruito con le poche risorse disponibili facevano superare qualsiasi ostacolo.

Purtroppo in data 8 Maggio 1958 Carlo Rabolini perse il figlio Gian Piero, morto in un incidente avvenuto durante una manifestazione aeronautica sul campo d'aviazione di Vergiate. Per ricordare il figlio, anch'esso socio del G.A.B., così tragicamente scomparso, il Sig.Rabolini volle che la denominazione del Gruppo fosse modificata in  G. A. B. Gruppo Aeromodellisti Bustesi "Gian Piero Rabolini", come è tutt'ora.

Fino ad allora l'attività Aeromodellistica era quasi esclusivamente dedicata al "Volo Libero" e al V. V. C. (Volo Vincolato Circolare) ma si cominciavano a vedere sulle riviste specializzate i primi rudimentali radiocomandi.
Era inevitabile che anche nel G.A.B. arrivassero i tanto sospirati radiocomandi, inizialmente solo per pochi eletti, ma che poi gradatamente si diffusero tanto che si rese necessaria una pista adeguata per le nuove esigenze dettate dalla nuova tecnologia del momento.

Ecco che nel 1962, sotto la spinta dell'allora Presidente Sig. Carmine Luciani, il G.A.B. realizzò la sua prima pista di volo, inizialmente in erba, localizzata a Solbiate Olona nella baraggia adiacente alla Caserma Ugo Mara che concesse le adeguate autorizzazioni.

Con il passare degli anni le nuove tecnologie consentivano realizzazioni sempre più complesse e impegnative e il G.A.B., non senza enormi sacrifici economici e grande impegno, profuso dai vari Consigli Direttivi, seppe rimanere al passo con il tempo provvedendo ad allungare ed ad asfaltare la pista di radiocomando portandola  prima a 60 mt  poi a 80 mt. di lunghezza X 15 mt. di larghezza e realizzando, nel medesimo contesto, altre due piste per il V.V.C.

La prima consisteva in un anello in asfalto del diametro di 44 X 4 mt., completamente recintato con reti di protezione alte 3 mt. dedicata alle cat."Acrobazia, Velocità e Team Racing"; la seconda completamente in erba per la cat. "Combat".

La collaborazione e la stretta amicizia del G.A.B. con la Caserma Mara permisero l'organizzazione di moltissime gare a livello nazionale ed internazionale in ogni categoria dell'Aeromodellismo.

Moltissimi sono stati i Campionati Italiani assegnati con gare organizzate sulla ormai consacrata pista del G.A.B. di Busto A.

Non possiamo dimenticare anche l'organizzazione di numerose Manifestazioni che hanno avuto un enorme successo di pubblico: circa 5.000 persone che  sono rimaste entusiasmate nell'ammirare le stupende esibizioni effettuate dalle riproduzioni d'aerei veri oltre che alle acrobazie mozzafiato d'aeromodelli ed elicotteri radiocomandati.
Manifestazioni che hanno suscitato, a tutti i presenti  ammirazione ed apprezzamento e sono serviti non solo a divulgare l'Aeromodellismo, ma anche a portare un po' di solidarietà per la Società.

Con gran soddisfazione ricordiamo che con i proventi delle innumerevoli Manifestazioni il G. A. B. ha aiutato:

  • Manifestazione del   1977 a favore dei   portatori di handicap di Busto A.
  • Manifestazione del  1979  a favore delle popolazioni terremotate.
  • Manifestazione del  1985 a favore delle scuole cittadine.

Questi sono solo alcuni esempi ma molte sono state le iniziative benefiche che hanno visto impegnato il G.A.B. con tutti i suoi soci.

Purtroppo, però, queste bellissime iniziative hanno subito un'interruzione, perché nel 1990 la collaborazione che ci univa con la Caserma Ugo Mara si è conclusa e il G.A.B. si è trovato nella stretta necessità di trovare una nuova collocazione per poter far volare i propri modelli.

Momenti difficili ma nessuno si è perso d'animo e dopo alcuni tentativi in varie locazioni (che però non soddisfacevano le esigenze degli aeromodellisti) e con grande impegno dei componenti del  C.D. e dei Soci Fondatori, ed in particolare del Socio Mocchetti Antonio, nell'anno 1996 il G. A. B. ha approntato a Buscate una nuova pista, in erba, che misura circa 200 mt in lunghezza e 50 mt. in larghezza per modelli radiocomandati.
Una pista, dove ancor oggi i soci del G.A.B. esercitano la loro passione, a dir poco stupenda e che ci viene invidiata ed apprezzate da tutti gli aeromodellisti che in occasione delle gare (che abbiamo ripreso ad organizzare) vengono a volare.

Ma non è finita perché se per il volo radiocomandato il problema era risolto non altrettanto lo era per gli aeromodellisti del V.V.C.

Anche in questo caso la buona volontà e l'impegno, in particolare del Socio Muzio Manfredi, risolvono tutti i problemi e dopo un peregrinare di 6 anni nella primavera del 1997 è stato approntato un anello in asfalto, completamente recintato per soddisfare le moderne esigenze sulla sicurezza, con le misure idonee a tutte le categorie del V.V.C.
La nuova pista è rinata su un  braccio di raccordo del vecchio aeroporto militare delle Malpensa costruito nel 1940 dall'armata tedesca. Di quel vecchio aeroporto non ne rimane che un piccolo frammento che il G.A.B. ha saputo restaurare e che oggi è considerato monumento storico.

Nel 2006 il G.A.B. conta  circa 80 soci (65 R.C. e  15 V.V.C.) che si impegnano e svolgono la loro passione chi solo per divertimento, chi anche a livello agonistico. Ma tutti rispettando le regole sulla sicurezza, sulla natura e sul vivere civile.

(c) 2010 by Gruppo Aeromodellisti Busto "Giampiero Rabolini" - Palazzo dello Sport/via Ariosto 3 - 21052 Busto Arsizio (Varese) - Tutti i diritti riservati. - Una realizzazione Web4People
Sito ottimizzato per Internet Explorer 7+, Firefox 3.0+, Safari 4+